World Amateur Golfers Championship si entra nel momento decisivo.

Siamo arrivati oltre metà giugno,  è ora di fare il punto della situazione.

La volata finale verso il 5 agosto, giorno di chiusura della Regular Season 2018, entra nel vivo.

Sono 773 i giocatori che finora hanno deciso di partecipare alle Worldgolfers Series ma le iscrizioni sono ancora aperte poichè le possibilità di rientrare nei primi cinquanta di categoria restano intatte, considerando che saranno conteggiati i risultati dei due mesi precedenti l’iscrizione.

Da questa settimana la visualizzazione delle classifiche viene modificata. Non saranno più visibili gli iscritti al sito che non hanno aderito alle WGS 2018. Per questi giocatori, dalla scorsa settimana, è stato attivato ELWIRA Ranking, la nuova classifica a categoria unica che evidenzia il miglior WEGOLFERS del momento. Invece nelle WGS saranno visualizzati solo i concorrenti iscritti. In questo modo sarà più semplice capire la reale posizione personale del momento ed eventualmente provare a rientrare o migliorare il proprio ranking prima della  chiusura stagionale.

Ricordiamo velocemente il regolamento di questo importante Circuito Mondiale.

Il Campionato del mondo Amatoriale si gioca in formula Medal Modificata ( dal prossimo anno formula ufficiale di gioco che sarà denominata MAXIMUM STROKE). I giocatori sono suddivisi in cinque categorie con un differenziale massimo di cinque colpi di hcp. Questo consente di competere contro avversari più o meno dello stesso livello di gioco. Per arrivare alla WORLD FINAL ogni Paese partecipante (oltre 45) organizza le proprie qualifiche. In Italia il percorso è suddiviso in Regular Season, Playoff e Finale Italiana. Nella Regular Season i giocatori possono vincere una tappa valida come qualifica diretta, per conquistare un posto nei playoff, oppure classificarsi nei primi cinquanta posti della propria categoria Nel ranking che raccoglie tutti i risultati stagionali del giocatori, ottenuti in qualsiasi gara singola caricata sul server Federale. Non occorre quindi seguire direttamente il WAGC, è sufficiente giocare le gare abituali iscrivendosi alle Worldgolfers Series con la tessera che quest’anno costa € 40. Ai playoff saranno 12 i giocatori di ogni categoria che accederanno alla Finale organizzata, per il secondo anno consecutivo, a Poggio dei Medici. La finale italiana si giocherà su 36 buche e i 60 finalisti saranno ospiti di Nextgolf con tre pernottamenti, una cena ufficiale di presentazione e la prova campo compresa. I vincitori delle cinque categorie formeranno il Team Italy 2018 che volerà in Malesia a Johor Baruh difendendo i colori italiani. Tutti i giocatori saranno dotati della divisa ufficiale comprendente l’abbigliamento di gioco, la divisa per la cerimonia inaugurale e quella finale, la Sacca Wilson personalizzata, le scarpe Dario Zanco su misura, gli orologi ZBros. Una vera e propria delegazione ufficiale che partirà per la Malesia il 19 di ottobre. Una settimana indimenticabile con due giorni di prova campo e quattro giorni di gara per i giocatori, escursioni entusiasmanti per gli accompagnatori non golfisti. Un’esperienza unica per tutti.

Tutte le informazioni e le classifiche le potete trovare sul sito www.wegolfers.com

Andiamo a vedere cosa sta succedendo nelle classifiche del Ranking.

Primo flight ( Ben Hogan).

Proprio questa settimana è avvenuto un cambio al vertice, che sembrava saldamente nelle mani di Nicolò Caponi. Alberto Brunelli di Ca’ degli Ulivi con un risultato pazzesco di meno 7 lordo e meno 16 netto (52 punti stableford) allo Chervò, oltre a scendere nel primo flight, conquista il primo posto. Dobbiamo ricordare che la corsa di Alberto dovrà per regolamento fermarsi alla Finale Italiana. Infatti ha solo 13 anni e le regole internazionali impongono un’ età minima di 16 anni al momento della finale mondiale. In questo Flight la lotta sarà certamente agguerrita e gli hcp dei giocatori in competizione assicurano una finale tutta da vivere a Poggio dei Medici. Al terzo posto una vecchia conoscenza: con ben 84 gare disputate dallo Chervò Gianni Bertoli.

Secondo flight ( Arnold Palmer)

In questa categoria la fanno da padrone i giocatori di Tolcinasco: primo è, da molte settimane, Alessandro D’Angiò. Sceso in secondo flight a inizio anno non ha più lasciato la prima posizione con risultati molto importanti. Alessandro aveva cominciato le Worldgolfers Series a Ottobre con 13,3 di hcp e oggi sta giocando un ottimo 7,4. Al secondo posto Tommaso Bosco (7,7 hcp) , dopo aver ballato tra secondo e terzo flight più volte, ora è saldamente nel secondo a contendere il primato al suo compagno di Circolo. Appaiato in seconda posizione Gabriele Gugnali di Fioranello , sono moltissime le gare giocate dal giocatore romano, ben 83.  In generale questo flight risulta essere molto competitivo con 37 giocatori che hanno una media, sui migliori dieci risultati, superiore a 36 punti.

Terzo Flight ( Jack Nicklaus) 

Anche in questo caso comanda il Golf Tolcinasco. E’ infatti Alberto Prota il leader indiscusso del Flight. Alberto è partito a inizio stagione con 29,5 di hcp e ora gioca 14,7. Con 40,1 di media si presenterà ai playoff a Parma con un vantaggio importante per assicurarsi la finale. Al secondo posto Alfredo Pizzini socio a Chervò, mentre sale al terzo posto un altro socio di Tolcinasco, Davide Fascì.

Quarto Flight (Seve Ballesteros)

Anche nel quarto flight in testa c’è un giocatore che quest’anno è partito letteralmente da zero. Complimenti a Alberto Bonassera (Ducato di Parma). A inizio stagione 54 di hcp oggi gioca 19,2 e oltre a comandare il Quarto Flight è il Leader di ELWIRA RANKING, il nuovo ordine di merito  Wegolfers. Incollato al secondo posto un altro rappresentante della regione Lazio, Tommaso Mele di Terre dei Consoli. Sale invece questa settimana al terzo posto Andrea Nizzoli del Golf Santo Stefano.

Quinto Flight ( Tiger Woods)

Nel quinto flight è finalmente una donna a comandare: Diana Omenetto del Golf Club Biella con una media di 37,2. Al secondo posto ancora una presenza femminile, in discesa dal sesto flight, dal Golf Franciacorta, è Vincenza D’Orazio con media 34,9. Appaiato al secondo posto è un rappresentante della splendida Sicilia: dal Golf Picciolo Sebastiano Raneri.

Sesto Flight (Bobby Jones)

Il flight dei Rookies, le speranze del futuro!

Comanda la classifica la regione Lazio: infatti al primo posto troviamo Davide Lasagna di Parco dei Medici, al secondo posto pari merito Valerio Baldi dell’Olgiata e Marco Mizzoni di Casalpalocco. Ricordiamo che questi giocatori potranno avere la doppia scelta di giocare una finale di categoria il giorno 8 Settembre a Parma, ma anche di rientrare nel quinto flight, limitando il proprio hcp a 25,4 (max di categoria), per giocarsi una chance di arrivare alla finale Italiana.

In bocca al lupo a tutti per questo entusiasmante finale di Stagione, ancora un mese e mezzo per migliorare le posizioni o vincere una delle tappe rimanenti conquistando il diritto ai playoff.

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.