The Masters: non dite a Bubba, che è tra i favoriti

Lo scorso anno aveva pensato di smettere e di appendere la sacca al chiodo.

I risultati mancavano da troppo tempo, il successo con le nuove palline era davvero latente e a casa le cose non andavano come dovevano.

Poi è arrivato il Genesis Open e la luce si è finalmente riaccesa. Bubba Watson conquistò così la sua decima vittoria sul PGA Tour e a chi gli ricordava, di aver una volta affermato di volersi ritirare una volta raggiunte le dieci conquiste, rispondeva: non vi libererete più di me.

Una risposta che ha riempito di gioia tutti gli amanti del golf, sia di chi ha Bubba tra i propri beniamini e sia di chi non lo sostiene.

Vedere un campione abbandonare i bastoni per assenza di fiducia e soprattutto di vittorie, non è affatto bello. Ecco perché quando è tornato a vincere un mese fa ci siamo sentiti un po’ tutti come lui, pensando alle tante volte in cui la voglia di mollare – non solo nel golf – ha prevalso la tenacia e la forza di andare avanti.

Bubba non si è però più fermato. La vittoria a Riviera ha sicuramente scatenato qualcosa in lui, facendolo vincere ancora. Ha conquistato domenica il WGC Dell Technologies Matchplay, eliminando prima Justin Thomas in semifinale e poi Kevin Kisner in finale. Le vittorie sono ora undici e sappiamo bene quale sia il prossimo obiettivo del campione americano.

“Voglio vincere più Masters possibili. Giocherò ad Augusta finché dovranno cacciarmi a calci.”

Aveva parlato così poco dopo la vittoria al Genesis Open. Ora, il Masters è alle porte, e Bubba ha chiaro in mente di voler centrare una tripletta: la sua terza Giacca Verde.

Ma badate bene: non esaltatelo e non ditegli che è uno dei favoriti principali alla vittoria. Nonostante sappia del suo stato di forma ottimale e di come il suo gioco si adatti perfettamente ai verdi fairway dell’Augusta National, Bubba non vuole sentirsi affatto favorito. Meglio restare con i piedi per terra e lasciare lo scomodo ruolo a qualcun altro.

“Non sono favorito. Continuerò assolutamente a dirlo. Non sono favorito,” ha scherzato. “Voglio che nessuno mi parli in quella settimana. Lasciatemi concentrare su quello che devo fare. Non giocherò bene quella settimana, così nessuno dovrà parlarmi.”

Certo, la scaramanzia non fa mai male, ma purtroppo per Bubba sono proprio i numeri a parlare. Sul sito di scommesse Westgate Las Vegas Superook, la sua vittoria al primo Major stagionale è data 16 a 1. Davanti a lui, ci sono solo Tiger Woods – che secondo il sito è il favorito numero uno – Dustin Johnson, Jordan Spieth e Rory McIlroy.

Chi vincerà? Difficile dirlo, ma sarò sicuramente un Masters indimenticabile.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *