Stenson scatenato a Bay Hill! Tiger in scia

Uno scatenato Henrik Stenson è al comando dell’Arnold Palmer Invitational dopo aver chiuso le prime 18 buche in 64 colpi; lo svedese ha avuto bisogno di solamente 20 put per chiudere il suo giro mettendo a segno ben 9 birdies, 5 dei quali consecutivi dalla 9 alla 13.

Stenson non ha mai vinto a Bay Hill ma è finito 4 volte trai top 10 dal 2013 al 2016 prima di mancare il taglio lo scorso anno.

Ad un colpo di distanza troviamo due giovani promesse del golf americano, Aaron Wise e Talor Gooch, seguiti a -5 da Jimmy Walker, Rickie Fowler e Bryson DeChambeau, ritrovato dopo i problemi fisici delle ultime settimane.

Ottimo primo giro per Tiger Woods (-4), 8 volte vincitore di questo torneo e partito la mattina presto, con temperature insolitamente basse per la Florida. Tiger ha messo a segno 6 birdies (incuso uno con un put dalla lunghissima distanza alla 7) e ha sporcato la carta con un solo doppio bogey alla 3 dopo aver tirato il drive fuori limite. La prestazione di Tiger ha portato i bookmakers ad abbassare ulteriormente la sua quota per il Masters di Augusta, rendendolo ora il primo favorito (8/1).

Buona prestazione per Rory McIlroy (-3), a lungo in testa prima di rovinare il giro con un doppio bogey alla 18 (legno 3 fuori limite dal tee); il campione nordirlandese è partito molto forte imbucando anche diversi put prima di calare nelle seconde 9, non sfruttando i due par5 alla 12 e alla 16 (l’ultimo birdie di Rory è arrivato alla 10). Curioso giro per Justin Rose; partito dalla 10 si è ritrovato a +4 sul tee della 16; da qui è iniziata la rimonta con 7 birdie messi a segno e uno score finale in 69 colpi.

48° pari al par Francesco Molinari, partito male e salito fino a +3, il torinese ha chiuso con eagle alla 16 e birdie alla 18 rientrando così dentro al taglio provvisorio.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.