Burian arriva a St. Andrews

L’Old Course di St. Andrews non è nuovo a condizioni climatiche estreme.

Vento, freddo e pioggia, anche nei mesi più caldi, accompagnano spesso i tanti giocatori e campioni che ne solcano i fairway.

Poi però ci sono quelle giornate in cui il percorso pare trasformarsi in un paesaggio incantato e magico. Sono le giornate invernali, in cui la neve, che non perde mai anno senza fare un saluto al percorso, ne ricopre green e fairway con il suo mantello bianco.

È successo anche questa mattina, quando l’Old Course si è svegliato sotto un fitto strato di neve.

Colpa della “Beast from The East”, la bestia che viene dall’Est o più comunemente Burian, la perturbazione siberiana che ha messo in ginocchio quasi tutta Europa.

Burian non ha risparmiato neppure St. Andrews, ma lo spettacolo che si è paventato davanti agli occhi dei golfisti è davvero indimenticabile.

Il club rimarrà chiuso oggi a causa delle ovvie condizioni climatiche.

Anche se, c’è da scommettere, che in molti non perderebbero comunque l’occasione di fare due colpi sullo storico campo scozzese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: