Parte da Abu Dhabi la stagione della riscossa di Rory McIlroy!

L’Abu Dhabi HSBC Championship è il primo importante torneo della stagione 2018 dell’European Tour con un montepremi di 3 milioni di dollari e un field di primissimo piano; ci sarà il numero 1 al mondo Dustin Johnson, secondo lo scorso anno dietro al vincitore della Race To Dubai Tommy Fleetwood (pronto a difendere il titolo); ci saranno Justin Rose ed Henrik Stenson, Paul Casey e Tyrrell Hatton, Kuchar, Cabrera-Bello, Fitzpatrick, Pieters, Poulter e il 3 volte vincitore Martin Kaymer.

Ma tutti i riflettori saranno puntati su Rory McIlroy, che per la prima volta dalla sua prima vittoria sul tour nel 2009 ha concluso un anno intero senza trionfi. Dopo aver clamorosamente perso il South African Open al playoff contro Storm, il campione nordirlandese si dovette fermare per una frattura ad una costola; un problema probabilmente sottovalutato che ha condizionato tutto il 2017 di Rory, che nel frattempo si è anche sposato in aprile. Solo 18 tornei disputati (con 7 top 10), con il quarto posto all’Open Championship (senza mai essere in contention) e il settimo al Masters. Rory ha chiuso in anticipo la stagione all’Alfred Dunhill Links Championship ai primi di ottobre, congedandosi dal 2017 con un giro anonimo in 72 colpi sull’Old Course di Saint Andrews.

Tre mesi di stop per risolvere si spera definitivamente i problemi fisici e mettere a punto l’attrezzatura dopo il passaggio a TaylorMade avvenuto lo scorso maggio con un contratto multi milionario.

Si aprirà con una vittoria la stagione dell’ex numero 1 al mondo (scivolato fuori dai top10 del ranking mondiale)? Il torneo di Abu Dhabi sembra stregato, dato che McIlroy lo ha concluso per ben 4 volte al secondo posto (in tre occasioni ad un solo colpo dal vincitore). Difficile fare pronostici su questo torneo, ma la stagione 2018 dovrà dimostrare se Rory è ancora il numero 1 (come da molti è considerato per via del suo gioco ammaliante), oppure se il declino è già iniziato. Il primo appuntamento chiave sarà in aprile ad Augusta, dove continuerà la caccia al grande slam mentre sarà sicuramente il giocatore più atteso alla Ryder Cup di Parigi, per via del suo record stellare nella competizione e della sua leadership necessaria per riconquistare la Ryder dopo la netta sconfitta del 2016.

Il torneo prenderà il via giovedì 18 gennaio alle 7.20 locali (4.20 in Italia) e McIlroy partirà 20 minuti più tardi dalla buca 10 insieme a Dustin Johnson e a Tommy Fleetwood.

Quattro italiani fanno parte del field: Renato Paratore (7.40 locali dalla 1), Nino Bertasio (7.50 dalla 1), Matteo Manassero (8.30 dalla 10) ed Edoardo Molinari (12.35 dalla 10).

Le quattro giornate di gioco verranno trasmesse in diretta su Sky Sport, partendo dalle 7.30 italiane di Giovedì 18.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.